Chiunque sia intenzionato ad acquistare casa, prima o poi si troverà ad avere a che fare con il temuto “mutuo”. L’acquisto della casa implica una spesa economica ingente, che è difficilmente sostenibile in una soluzione unica e per questo motivo si rende necessario il contratto di mutuo concesso dagli istituti bancari.

I criteri di ammissione al mutuo, però, negli anni si sono fatti sempre più stringenti, rendendone più difficoltoso l’accesso, soprattutto per le giovani coppie. Per questo motivo, con la Legge di Stabilità 2014, è stato creato dallo Stato il Fondo di garanzia per acquisto e ristrutturazione prima casa, con l’intento preciso di offrire garanzie economiche a chi intenda comprare la prima casa.

Come funziona il Fondo di Garanzia Prima casa?

Il Fondo è creato per concedere garanzie nella misura massima del 50% della quota capitale di mutuo ipotecario, per un ammontare non superiore a 250.000 euro per l’acquisto (ovvero per l’acquisto con interventi di ristrutturazione ed accrescimento di efficienza energetica) di immobili, non di lusso, da adibire ad abitazione principale del mutuatario.

La dotazione del fondo è pari a 670 milioni di euro circa per il triennio 2014/2016, i quali possono attivare circa 20 potenziali miliardi di finanziamenti. Una cifra davvero enorme, che cerca da un lato di aiutare chi vuole acquistare la prima casa ad ottenere più facilmente il mutuo, e dall’altro lato continua a stimolare il settore immobiliare, puntando forte anche sugli interventi di riqualificazione energetica.

Requisiti di accesso al Fondo di Garanzia

Per accedere al Fondo di Garanzia, al momento della richiesta è necessario che ci siano i seguenti presupposti:

  • Non possedere altri immobili di proprietà ad uso abitativo, salvo quelli acquisiti per successione mortis causa, anche in comunione con altri successori, e in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli;
  • L’immobile ad uso abitativo si deve trovare nel territorio nazionale, e non deve rientrare nelle categorie di immobili di lusso (abitazioni di tipo signorile, castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici)
  • Il mutuo ipotecario deve essere di importo non superiore a 250.000 euro, concesso da una banca o intermediario finanziario aderente all’iniziativa in base al protocollo di intesa sottoscritto tra Ministero delle Finanze ed Associazione Bancaria Italiana.

Chi può farne richiesta?

L’accesso al Fondo di Garanzia è consentito solo ad alcune categorie di persone, vediamole assieme:

  • Giovani coppie: sono nuclei familiari costituiti da almeno due anni, coniugati o conviventi, dove almeno uno dei componenti non abbia superato i 35 anni di età;
  • Nucleo monogenitoriale con figli minori: una persona singola non coniugata, separata, divorziata o vedova con almeno un figlio convivente minore;
  • Giovani di età inferiore ai 35 anni titolari di rapporto di lavoro atipico: sono coloro che lavorano senza contratto a tempo indeterminato;
  • Conduttori di alloggi di proprietà degli IACP ( Istituti autonomi per le case popolari)

Come fare domanda?

Se rientri nelle categorie appena descritte, puoi presentare la richiesta di accesso al Fondo di Garanzia per i mutui per l’acquisto della prima casa. Per poter ottenere le garanzie previste dal Fondo, è necessario rivolgersi ad un istituto bancario che abbia aderito all’iniziativa. La lista degli istituti aderenti si trova nel sito della Consap, e in quello dell’Abi. Le banche che hanno aderito all’iniziativa sono molte.

Una volta individuato l’istituto finanziario di vostro gradimento, vi basterà comunicare all’istituto stesso la decisione di avvalersi della garanzia offerta dal fondo, scaricando e compilando la modulistica disponibile sul sito del Dipartimento del Tesoro, della Consap e dei vari istituti aderenti e presentandola firmata. Gli istituti stessi vi agevoleranno nel compilare la richiesta.

Cerchi casa vicino a Venezia?

Se stai cercando casa vicino a Venezia, Residenza Il Parco propone soluzioni abitative moderne, a due passi da Venezia e da Mestre, e a contatto col verde del Parco di Catene di Marghera.

Prenota qui la tua visita completamente gratuita, ti aspettiamo!

Pin It on Pinterest

Share This