Grazie alla Legge di Stabilità di recente approvata, anche per quest’anno sono previste agevolazioni fiscali per l’acquisto di immobili come prima casa. Il bonus per l’acquisto di immobile da destinare a prima casa prevede il pagamento del 2% di imposta di registro sul valore catastale del fabbricato. Inoltre chi, dopo l’acquisto della prima casa agevolato, intenda cambiarla nuovamente, ha di nuovo diritto all’aliquota agevolata a patto che l’immobile precedentemente acquistato sia rivenduto entro un anno dal rogito.

I requisiti per godere del bonus, per i nuovi acquirenti, restano invariati:

  • avere la residenza nel Comune in cui è sito l’immobile (o impegno a trasferirla entro 18 mesi dall’atto di compravendita);
  • l’immobile non deve rientrare nelle categorie A1 (abitazioni signorili), A8 (ville) o A9 (castelli e palazzi di eminente pregio dal punto di vista storico e artistico).

Altre agevolazioni per la prima casa:

Tra le agevolazioni più importanti ricordiamo inoltre l’esenzione dalla Tasi, che consentirà a più di 19 milioni di proprietari e locatari di abitazione principale di non dover pagare la famigerata Tassa sui Servizi Indivisibili.

Leasing immobiliare per acquisto prima casa:

La legge di Stabilità detta inoltre le regole ufficiali del leasing immobiliare per l’acquisto dell’abitazione principale, come incentivo, soprattutto per le giovani coppie, ad acquistare la prima casa. Le modifiche legislative rendono il leasing immobiliare un mezzo di finanziamento competitivo rispetto al mutuo, e ne risaltano le caratteristiche innovative per l’acquisto dell’abitazione principale.Ma in cosa consiste il contratto di leasing immobiliare?

Ecco la definizione data dai commi 76 e seguenti della Legge 208/2015:

Con il contratto di locazione finanziaria di immobile da adibire ad abitazione principale, la banca o l’intermediario finanziario iscritto nell’albo di cui all’articolo 106 del testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia, di cui al decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385, si obbliga ad acquistare o a far costruire l’immobile su scelta e secondo le indicazioni dell’utilizzatore, che se ne assume tutti i rischi, anche di perimento, e lo mette a disposizione per un dato tempo verso un determinato corrispettivo che tenga conto del prezzo di acquisto o di costruzione e della durata del contratto. Alla scadenza del contratto l’utilizzatore ha la facoltà di acquistare la proprietà del bene a un prezzo prestabilito”.

Interessante è, inoltre, la deducibilità fiscale del leasing immobiliare. Ne potranno trarre beneficio soprattutto i giovani under 35 con redditi sotto i 55mila euro, per i quali i canoni sono deducibili ai fini Irpef nella misura del 19% fino a 8mila euro l’anno ed il riscatto finale fino a 20mila euro.

Nuova detrazione IRPEF per l’acquisto di mobili delle “giovani coppie”:

E’ stata di recente introdotta una detrazione IRPEF del 50% per le giovani coppie che acquistano un’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale. L’agevolazione è fruibile per le spese documentate sostenute dal 01.01.2016 al 31.13.2016  per l’acquisto di mobili ad arredo dell’unità abitativa destinata ad abitazione principale ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore ai 16.000 €, da ripartire tra gli aventi diritto in 10 quote annuali di pari importo.

Nuova detrazione IRPEF dell’IVA corrisposta per acquisto di immobili:

Viene introdotta, infine, una detrazione dell’IRPEF del 50% sull’importo corrisposto per il pagamento dell’IVA per l’acquisto, effettuato entro il 31.12.2016, di unità immobiliari a destinazione residenziale di classe energetica A e B che siano cedute dalle imprese costruttrici. La detrazione è pari al 50% dell’imposta dovuta sul corrispettivo dell’acquisto ed è ripartita in 10 quote annuali.

Per saperne di più:

Pin It on Pinterest

Share This